Serena Autieri La Sciantosa

Posted in spettacoli, on 2 Dic 2018, by , 0 Comments

Serena Autieri in La Sciantosa

Serena Autieri apre la stagione teatrale con il suo spettacolo musicale campione d’incassi ” La Sciantosa… ho scelto un nome eccentrico”

Venerdì 23 novembre inizio spettacolo ore 20:45.

Teatro Eduardo De Filippo di Arzano

info ☎️ Botteghino ➡️ 081 0140898 – 3334587302 

prezzo biglietto € 30 vendita online clicca qui etes

Presentazione spettacolo

  • Titolo: La Sciantosa ho scelto un nome eccentrico
  • Genere: Spettacolo Musicale
  • Scritto: Vincenzo Incenzo
  • Interpreti: Serena Autieri
  • Direzione Musicale: Enzo Campagnoli
  • Regia: Gino Landi
  • Costumi: Monica Celeste
  • Performer Alessandro Urso
  • Produzione: Enrico Griselli

🎭 NOTE DELL’AUTORE:

Incontrare la sciantosa e il suo “nome eccentrico” vuole dire aprire un baule magico con un immenso tesoro dentro. Vuole dire tuffarsi anima e corpo nell’oceano della tradizione classica e allo stesso tempo abbracciare le radici della modernità. ‘A tazz’ e cafè, Comme facette mammeta, I’ te vurria vasà, prima di essere meravigliose canzoni sono testimoni e sentinelle di un mondo e di un’epoca da proteggere, di un tempo e di uno spazio in cui germogliano i princìpi tutti della cultura dello spettacolo.

Serena Autieri entra a schiaffo, con i panni di Pulcinella nei luoghi e nei codici del caffè concerto e del varietà, ed è subito Napoli, arte di arrangiarsi, gioia e disperazione, mare romantico e vulcano incandescente. E’ guerra, colera, miseria ma è anche resurrezione, sorriso, amore.
Poi, via la maschera, e d’incanto Napoli è femmina. Una “mossa”, una rima recitata, una lacrima, ed eccole, quelle radici poetiche e melodiche ottocentesche e quei profumi arabi, saraceni, americani che ‘o paese d’’o sole, crocicchio di riferimenti locali e stimoli provenienti da ogni latitudine, ha ruminato e restituito al mondo nella sua inconfondibile cifra.

Il pretesto dello spettacolo è la prima grande protagonista di quel mondo, Elvira Donnarumma, “a capinera napoletana”, colei che sovvertì le regole dell’apparire; bassina, tarchiata, ma con una voce che toccava le corde dell’anima.

Colei che raccolse i fiori sul palco di Eleonora Duse e Matilde Serao, che rifiutò per spirito patriottico il contratto in Germania, che sfidò la sua malattia ogni sera fino alla morte pur di non abbandonare il pubblico; lei che avvolta dalla bandiera italiana, in precario equilibrio e con gli occhi pieni di lacrime, cantò “Addio” davanti a tutta Napoli che la acclamava.
Serena Autieri legge Donnarumma in controluce, sdoganandone la fisicità, recuperata attraverso il gesto e la parola, in un’ora e mezza di spettacolo senza rete, sola sulla scena, attraversata dalla cometa elegante di un mimo ogni tanto a cadenzare il flusso narrativo. Fuori e dentro, dentro e fuori, Serena gioca con il suo personaggio, lo presenta, lo incarna, lo lascia, lo riprende.

La realtà feconda la finzione e viceversa in un gioco delle parti vertiginoso ed esilarante. La scena fa il resto. Una finestra che s’illumina nella notte, lo sciabordìo di onde in lontananza, una nave in partenza, valige sul molo. Oggetti e proiezioni evocano i momenti. Tutto viene restituito a una lettura contemporanea mentre batte un cuore antico.
C’è il vicolo, la scalinatella, ma c’è anche il futurismo, le camice nere, il Ballo Excelsior, l’avvento della radio. Quadri come suggestioni, tagliati da un disegno luci che evoca più che dichiarare e musicisti che riportano nostalgie e profumi del tempo. Ma il palco non basta, e allora Serena scende tra il pubblico, e lo spettacolob da qui in poi ogni sera è a soggetto.

Il muro di Diderot cade (una lezione valida dai tempi di Plauto), e con il muro la sospensione del dubbio esistente tra finzione e realtà.

Gli spettatori diventano parte attiva e memoria di quello che fu, allo stesso tempo. Una sorta di non-sequitur visuale, dove la rottura della convenzione scatena la comicità. Risate, lacrime, riflessioni. Il pubblico è preso a schiaffi e carezze, come quel Pulcinella in incontinenza verbale magistralmente interpretato da Serena a inizio spettacolo, metafora vivente e straordinariamente attuale dell’accavallarsi folle di parole del nostro tempo.

E’ cafè chantant ma è anche talent show di oggi, perché cambiano i codici ma non il messaggio. E’ sguardo critico al presente, allo strapotere dell’immagine tritatutto, alla mai troppo considerata meritocrazia, ai valori al tramonto di patria e di famiglia. Ma è soprattutto amore, identità, rivendicazione. E passato che guarda al futuro.

Vincenzo Incenzo

Musicisti 

  • Pianoforte Luigi Flammia
  • Chitarra e Mandolino Claudio Romano
  • Basso e Contrabbasso Antonello Buonocore
  • Sax, Flauto e Clarineto Gianni Minale
  • Batteria Antonio Muto
Continue Reading...
Lello Arena in Miseria e Nobiltà

Posted in spettacoli, on 2 Dic 2018, by , 0 Comments

Lello Arena in Miseria e Nobiltà

Il Teatro Eduardo de Filippo presenta Lello Arena in Miseria e Nobiltà di eduardo Scarpetta in anteprima nazionale ed unica data a Napoli con la regia di Luciano Melchionna.

Sabato 15 dicembre inizio spettacolo ore 20:45

info ☎️ Info Botteghino ➡️ 081 0140898 – 3334587302  

prezzo biglietto € 30 vendita online clicca qui etes

Presentazione spettacolo

  • Titolo: Miseria e Nobiltà di Eduardo Scarpetta con l’adattamento a cura di Lello ArenaLuciano Melchionna
  • Regia:Luciano Melchionna
  • Attori: Lello Arena, Maria Bolignano, Tonino Taiuti, Giorgia Trasselli e con Raffaele Ausiello, Veronica D’Elia, Marika De Chiara, Andrea de Goyzueta, Sara Esposito, Carla Ferraro, Serena Pisa, Fabio Rossi, Fabrizio Vona
  • Ideazione scenica Luciano Melchionna
  • scene Roberto Crea
  • costumi Milla
  • musiche Stag
  • assistente alla regia Ciro Panciullo
  • coproduzione Teatro Eliseo e Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro con Tunnel Produzioni

🎭 NOTE DI REGIA:

Miseria o nobiltà?
Una cosa è certa, l’una non esisterebbe senza l’altra, così come il palazzo signorile,affrescato e assolato, non starebbe in piedi senza le sue fondamenta buie, umide e scrostate. Un perfetto ecosistema: senza un solo elemento, crolla l’intera ‘architettura’. In uno scantinato/discarica, mai finito e mai decorato, dove si nascondono istinti e rifiuti, tra le ceneri della miseria proliferano e lottano per la sopravvivenza ‘ratti’ che presto, travestiti da ‘cani o gatti’, sgomiteranno per salire alla luce del sole. Sono personaggi che trascinano i propri corpi come fantasmi affamati di cibo e di vita.

‘Ombre si dice siano, queste maschere, ombre potenti’ in bilico tra la miseria del presente e la nobiltà della tradizione, intesa come monito di qualità e giusto equilibrio. In un pianeta dove i ricchi sono sempre più ricchi, grazie ai poveri che sono sempre più poveri, non ci resta che… ridere. E qui Lello Arena giunge perfetto erede di quella maschera tra le maschere che appartenne a Eduardo e ai suoi epigoni.

Ancora oggi, tra commedia dell’arte e tragicomica attualità, i personaggi di Scarpetta, privi di approfondimento psicologico, vivono e scatenano il buonumore e le mille possibili riflessioni che l’affresco satirico di un’intera umanità può suggerire.
Un’opera comica, dunque, per anime compatibili con la risata, in attesa del miracolo. ‘E cos’è il teatro se non il luogo dove il miracolo può manifestarsi?’ Tutto vive di nuovo e chissà che il sogno presto diventi realtà. Intanto, signore e signori, godiamoci le gesta goffe ed esilaranti di chi inciampa tra ‘miseria e… miseria’.
Luciano Melchionna

Personaggi e interpreti

  • Gaetano Semmolone, Tonino Taiuti
  • Gemma e Luigino, Marika De Chiara e Sara Esposito
  • Marchese Ottavio Favetti, Fabio Rossi
  • Eugenio Favetti, Raffaele Ausiello
  • Pasquale, Andrea de Goyzueta
  • Felice, Lello Arena
  • Concetta, Giorgia Trasselli
  • Luisella, Maria Bolignano
  • Bettina, Carla Ferraro
  • Pupella, Serena Pisa
  • Giacchino Castiello, Fabrizio Vona
  • Vicienzo, Fabrizio Vona
  • Biase (voce fuori campo)
  • Peppeniello, Veronica D’Elia
Continue Reading...

Posted in spettacoli, Uncategorized, on 5 Nov 2018, by , 0 Comments

Stagione Teatrale 2018-2019 Teatro Eduardo de Filippo Arzano

Stagione Teatro Eduardo 2018-2019

Teatro Eduardo de Filippo Stagione Teatrale 2018/2019

Il Teatro Eduardo De Filippo presenta la sua stagione:

L’eclettica e affascinante Serena Autieri apre quindi venerdì 23 novembre la stagione con lo spettacolo “La Sciantosa, ho scelto un nome eccentrico”, inoltre sabato 15 dicembre in anteprima nazionale e unica data a Napoli proponiamo la comicità di Lello Arena con “Miseria e nobiltà”,  il nuovo anno incomincerà con i fratelli Gallo, Gianfranco e Massimiliano, che allieteranno il pubblico venerdì 4 gennaio con “Comicissimi Fratelli, il pubblico ha sempre ragione”, mentre a Febbraio si continua all’insegna della comicità con due spettacoli esilaranti: in anteprima nazionale venerdì 8 febbraio Paolo Caiazzo con “Non mi dire te l’ho detto” poi il giovedì 28 febbraio Carlo Buccirosso porterà “Il pomo della discordia”.

Mentre a metà marzo giovedì 14 marzo Fabio Brescia e la sua comicità irriverente faranno ingresso al teatro Eduardo con “Io e le mie donne”, a darvi appuntamento infine alla nuova stagione il giovedì 21 marzo ci saranno gli esilaranti I Ditelo Voi che porteranno in scena una black comedy tutta da ridere ” Il segreto della Violaciocca”.

Fuori abbonamento un secondo appuntamento con Lello Arena in parenti Serpenti domenica 3 febbraio e il grande evento di San Valentino dedicato a tutti gli innamorati con il concerto di Andrea Sannino con il suo nuovo singolo André.

Spettacoli in cartellone:

Continue Reading...

Posted in spettacoli, on 6 Dic 2017, by , 0 Comments

Il teatro Eduardo de Filippo presenta, dal  26 dicembre, la rivisitazione in chiave moderna  della celebre commedia di Scarpetta, dal titolo Tanta miseria e poca libertà.

Le principali novità che propone Fabio Brescia, alla regia di una delle pietre miliari del teatro scarpettiano, è quella di attualizzare la vicenda ai giorni nostri, ed affidarla  ad un cast interamente al maschile.

La pièce dunque è ambientata nella Napoli di oggi, in uno dei quartieri popolari della città, in pieno centro; i protagonisti, Pasquale e Felice, sono rispettivamente un gommista e un idraulico, finiti in disgrazia a seguito di una crisi di cui si sentono, in Italia, ancora forti ripercussioni. Nella comune miseria, i due dividono un basso, a ridosso di Piazza Dante, i quali, seppur vivono le stesse vicende ben note del classico di Scarpetta, adottano un linguaggio più moderno, che si conforma agli eventi sociali più recenti.

Ma la vera scommessa di Brescia è nella scelta di affidare tutto la rosa dei celebri personaggi ad una squadra di attori uomini, ai quali saranno affidati anche i ruoli femminili della storia. Non una scelta che strizza l’occhio alla parodia, quanto piuttosto all’esigenza di guardare un classico da un punto di vista diverso ed insolito.

L’appuntamento è fissato per il 26 dicembre, alle 21.00, al Teatro Eduardo de Filippo. Il prezzo del biglietto è di € 20 per il biglietto intero, sono previsti sconti invece per gruppi di persone e per i giovani e under 65.

In scena: Fabio Brescia, Stefano Ariota, Nicola Vorelli, Rosario Ippolito, Mattia Grillo, Salvatore Catanese, Mariano Grillo, Gregorio Del  Prete, Armando Iodice, Ciro Sannino, Rosario Ippolito, Giorgio Sorrentino, Giosiano Felago, Rino Grillo, Carmine De Luca.

Per info e prenotazioni contattare il botteghino al numero 081/0140898 oppure 3334587302.

Continue Reading...

Posted in Uncategorized, on 13 Ott 2017, by , 0 Comments

Prenotati per partecipare all’esclusiva festa di Halloween del Teatro Eduardo De Filippo.
31 OTTOBRE inizio ore 17:00 info 3334587302 0810140898 ingresso €5
L’affascinante atmosfera di un teatro infestato da streghe, maghi, zombi e fantasmi. Una festa per bambini ricca di sorprese e tanto divertimento. La caccia al tesoro dell’orrore, la strega di Halloween, i truccatori delle tenebre e tante altre attività vi intratterranno fino allo spettacolo del mago Alfonso Aversa, vi incanterà con le sue bolle di sapone e con l’esibizione nel pallone gigante presentato nella trasmissione Italia’s Got Talent . DOLCETTO o SCHERZETTO PER TUTTI E DIVERTIMENTO ASSICURATO. Prenota per non perdere la festa più paurosa…. e dolce dell’anno.
#halloween #dolcettooscherzetto #festabambini #divertimento

Continue Reading...
  • LOGO-PREMIO-AMATORIALE
    PREMIO AMATORIALE
  • regolamento Premio Eduardo
    regolamento Premio Eduardo

Posted in Premio Eduardo, on 27 Set 2017, by , 0 Comments

LOGO-PREMIO-AMATORIALE

REGOLAMENTO

    Il Premio Eduardo è rivolto a tutte le compagnie
amatoriali o semi professionali che vogliono mettersi in gioco,
mettendo in scena la propria passione per il teatro.
Il Premio Eduardo è una rassegna di spettacoli amatoriali che

si terrà presso il Teatro Eduardo De Filippo, sito in Arzano, alla
via G. Verdi 25.
Le Compagnie sono invitate ad iscriversi entro 10
novembre.
Coloro che si iscriveranno entro il 15 ottobre avranno diritto ad
un prezzo scontato.
Il Premio Eduardo prevede una giuria composta da un
giudice, esponente del settore teatrale , e di due giurie quella
popolare e quella critica, l’insieme dei giudizi delle tre giurie
porterà all’assegnazione dei vincitori nelle varie categorie e
alla proclamazione della compagnia vincitrice del Premio
Eduardo La premiazione avverrà durante la serata di Galà che
sarà anche l’occasione per festeggiare la partecipazione di
tutti.
Di seguito verranno indicate le modalità di partecipazioni e
l’organizzazione della manifestazione.

ISCRIZIONE

Per partecipare la compagnia dovrà iscriversi compilando
la scheda di iscrizione in ogni sua parte allegata e
corrispondere una quota di 100€.

CONDIZIONI ECONOMICHE

La compagnia dovrà corrispondere una quota per il teatro
comprensivo di service base (specificato in allegato a).
Coloro che aderiranno iscrivendosi entro il 15/10/2017
usufruiranno di uno sconto di circa il 20% del prezzo del teatro.
Tutto quello che non è scritto nel pacchetto amatoriale
viene considerato extra e come tale ha un costo aggiuntivo.

PERIODO

Ogni compagnia potrà scegliere la data del suo spettacolo
nel periodo che va da novembre 2017 al 15 aprile 2018 sempre
in accordo con le disponibilità del teatro e fatta eccezione per
alcuni giorni( dal 15 al 26/12/17 ; 31/12/17; 01/01/18;
06/01/18; 8-10-11-13/02/17; 08/03/17; 31/03/17; 01-
02/04/17)
La direzione si riserva qualora fosse possibile di fare delle
eccezioni.

SERVICE AUDIO/LUCI

Per la realizzazione degli spettacoli verrà fornito ad ogni
compagnia incluso nel prezzo la seguente dotazione:
          Luci: piazzato bianco
          Audio: diffusione audio, lettore cd, mixer, microfoni.
          Scene : quinte nere
          Tecnici: 1 tecnico (fonico/elettricista)

LA GARA

Il GIUDICE: esprimerà, quale esperto, il suo giudizio
insindacabile. Dopo aver visionato i dvd di tutti gli spettacoli
partecipanti, assegnerà i vincitori alle varie categorie.
Nello stilare la sua classifica dovrà tener conto del giudizio
espresso dalla Giuria Popolare e dalla Giuria critica.

GIURIA POPOLARE: dal database del teatro saranno
estratte sei persone, diverse per ogni spettacolo, che saranno
invitate ad assistere gratuitamente allo spettacolo, alla fine del
quale esprimeranno il proprio giudizio segretamente.

GIURIA CRITICA: tra tutti i componenti di tutte le
Compagnie verranno estratte sei persone per ogni spettacolo,
che assisteranno gratuitamente allo spettacolo di un’altra
compagnia. Al termine del quale esprimeranno il loro voto.

Il voto delle due giurie incideranno nella misura del 30%
sul voto totale. Si invitano tutti coloro che saranno chiamati a
giudicare a essere più sinceri ed obiettivi possibile.

Le giurie saranno liberamente individuate dalla direzione
del teatro, le cui scelte e variazioni sono insindacabili.

SERATA DI GALA/ PREMIO EDUARDO E VINCITORI

A conclusione della rassegna ci sarà una serata di gala,
serata in cui saranno invitate tutte le compagnie partecipanti
(12 biglietti omaggi a compagnia) e sarà proclamata la
compagnia vincitrice e i vincitori delle varie categorie. Sarà
una serata di festa con tante sorprese.

La compagnia vincitrice (PREMIO EDUARDO- MIGLIOR
COMPAGNIA)avrà la possibilità di usufruire del teatro e del
service base nel periodo che va da settembre 2018 a marzo
2019 per la messa in scena di uno spettacolo, sempre
concordando la data in base alla disponibilità del teatro

Saranno premiate con targhe e statuette le seguenti categorie:

          • MIGLIOR COMPAGNIA
          • MIGLIOR ATTORE
          • MIGLIORE ATTRICE
          • MIGLIOR REGIA
          • MIGLIOR AUTORE
          • MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
          • MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
          • MIGLIOR SCENOGRAFIA
          • MIGLIOR COSTUMI
          • MIGLIOR MUSICHE

QUALORA SI PRESENTASSERO PROBLEMATICHE O ESIGENZE
PARTICOLARI, NON PRESENTI ALL’INTERNO DI DETTO
REGOLAMENTO IL TEATRO EDUARDO SI RISERVA DI
RISOLVERE DETTE PROBLEMATICHE NEL MODO CHE RITIENE
PIU’ OPPORTUNO PER IL CORRETTO SVOLGIMENTO DELLA
GARA. SI RISERVA INOLTRE LA FACOLTA’ DI NON ASSEGNARE
QUEI PREMI PER I QUALI NON SI VERIFICASSERO LE
CONDIZIONI INDISPENSABILI PER L’AGGIUDICAZIONE.

SPECIFICHE:

        • pagamento della sia e è a carico della compagnia. si
consegnerà la ricevuta di pagamento il giorno dello spettacolo.
        • L’incasso della serata sarà a totale beneficio della
compagnia che dovranno pagare solo gli oneri SIAE
        • Il prezzo del biglietto di ingresso è a discrezione delle
singole compagnie
        • Il teatro non effettua servizio botteghino e non svolge
pratiche siae.
        • Il teatro non si occupa della pubblicità degli spettacoli
ne della vendita dei biglietti.
        • Le scenografie sono a carico della compagnia. qualora
non siano di scenografi professionisti il teatro si riserva di
intervenire qualora non vengano rispettate le norme di
sicurezza.
       • Riprese video e servizio fotografico sono a carico della
compagnia.
       • Il numero di posti della sala è di 400 poltrone , non è
consentito invitare o vendere un numero maggiore di biglietti.
       • Il materiale per la realizzazione dello
spettacolo(costumi, scenografie, attrezzature varie) dovranno
essere smontante e portate vie la sera stessa dello spettacolo.
      • I partecipanti al premio iscrivendosi autorizzano
l’Organizzazione del Premio, ai sensi della Legge 196/2003, al
trattamento dei dati personali e a utilizzare il loro nominativo e
i loro dati per tutti gli usi connessi alla manifestazione
      • A saldo dell’importo previsto verrà emessa regolare
fattura che comporterà il pagamento IVA sull’importo totale
versato
      • Il teatro non è responsabile di incidenti occasionali a
persone o cose né durante il viaggio, né per tutta la durata
della rassegna.

LA PARTECIPAZIONE ALLA MANIFESTAZIONE IMPLICA LA
CONOSCENZA E L’INCONDIZIONATA ACCETTAZIONE DEL
REGOLAMENTO IN OGNI SUA PARTE .

regolamento in pdf per stampa

Continue Reading...